Italian

Margherita Winnik

"Sensibilità e materia", esposizione a Clauiano, 13 e 14 settembre 2008.

L’Amministrazione Comunale di Trivignano Udinese ha voluto nuovamente concretizzare la collaborazione con artisti nell’ambito della kermesse artistico culturale "Immaginare il tempo" che ha portato a localizzare gli interventi artistici negli spazi più caratteristici e suggestivi del paese, ai quali il tempo aggiunge fascino e mistero.

Gradito sfondo alle opere di Margherita ( Malgorzata ) Winnik, artista polacca da un anno residente a Gorizia, è stato il portico del B&B Casa Barnaba Manin a Clauiano di Trivignano Udinese.

Le opere selezionate per questa mostra "Sensibilità e Materia" sono state eseguite durante gli ultimi mesi.

La mostra ha raccolto le fusioni bronzee eseguite con la sofisticata tecnica 

personale dell’ artista.

Le opere non tradiscono il materiale che le compone, le forme sono naturali, grezze, quasi trovate per caso, simili alle cortecce pescate dal proprietario dell’antica Casa Barnaba Manin e sparse intorno…

Forme che dal puro astratto arrivano a prendere forma di… donna: il tema della manifestazione di quest‘anno.

Nella luce che sembra già pienamente autunnale, la natura, prepotente nella sua presenza e nel suo contrasto con l’abitato, con la sua colorazione ricca di gamme e tonalità diventa un’inspirazione, suggerendo forse una nuova opera.

La "mia" materia.

Terra refrattaria, foglie, corteccia, tessuto, cera...costruiscono la realtà di vuoti e pieni, trasparenze ed opacità, leggerezza e pesantezza delle mie opere.

Opere che evocano ascendenze primordiali, che danno vita al mio universo poetico in cui ocra, seppia, ecrù, marroni non sono mai duri e dissonanti...colori della natura.

Le mie forme negano lo status dell´oggetto; sembrano essersi autogenerate...non si notano né segni della mano, né dei procedimenti tecnici.

Malgorzata (Margherita) Winnik, nata in Polona nel 1974, dal 2008 vive e lavora a Gorizia. 

Nel febbraio 2003 si laurea presso l’Accademia di Belle Arti "Piero Vannucci" - Istituto di Alta Cultura di Perugina discutendo una tesi sulla "Materialità del linguaggio plastico", ottenendo pieni voti.

Approfondisce le tecniche di scultura all’Universitat de Barcelona, presso la Facultad de Belles Arts di Spagna, con particolare riguardo alle fusioni dei metalli.

Oggi, con la propria attività individuale di creazioni e interpretazioni nel campo della scultura e della ceramica, elabora opere nel campo della ceramica, del refrattario e della pietra vulcanica nei laboratori di Deruta (PG) e prosegue ad effettuare fusioni in bronzo ed in alluminio.

Malgorzata Winnik partecipa a mostre nazionali ed internazionali, collettive ed individuali, con la presenza di importanti critici d’arte, vincendo alcuni importanti riconoscimenti.